TwitterFacebook
Menu

Pubblicato il 19 Mag 2016

Condividiamo una lettera del tesserato FIBiS Roberto Pasian

Condividiamo una lettera del tesserato FIBiS Roberto Pasian

Si riporta e condividiamo una lettera aperta pubblicata dal Sig.Roberto Pasian nei giorni scorsi su vari siti/social network.

Ho letto con piacere il provvedimento emesso nei confronti di Ulisse Calzi. Un bravo bravissimo a Luca Garavaglia che ha avuto il coraggio di agire mentre tanti altri si lamentavano e basta.
Che ci fosse qualcosa che non andava lo sapevano anche i sassi. Come poteva il Signor Calzi ricoprire ruoli federali in italia, influenzare di fatto la vita della Fibis attraverso la propria società New Project, commentare in televisione come dirigente Fibis e poi, quando gli faceva comodo, togliersi lo stemmino Fibis e mettersi quello della Federazione Svizzera per poter partecipare a Mondiali ed Europei??
Possibile mai che nessuno della federazione abbia detto a questo signore che non poteva fare il gioco delle due carte? Possibile mai che un intero Consiglio Federale non si sia accorto di nulla? Possibile che questa porcheria sia stata scoperta da un semplice tesserato e non dai dirigenti che dovrebbero conoscere perfettamente Statuto e Regolamenti?
C’è qualcosa che non mi torna. C’è qualcosa di maleodorante che, spero, smetta di puzzare al più presto.
Non sono un avvocato, ma, forse per i miei trascorsi di bancario, mi piace “sfrugolare” fra norme, regole e regolette. Quindi parecchie volte mi son letto le norme federali. E adesso mi son letto la sentenza.
Immagino che i Dirigenti federali sappiano che cosa significa la sentenza e che cosa devono fare adesso.
Lo sanno i dirigenti federali che OGGI STESSO dovrebbero attivare la procedura di cui all’art. 57, 7° comma, Statuto (“La mancanza iniziale, accertata dopo l’elezione, di anche uno solo dei requisiti elencati…, o il venir meno nel corso del mandato, comporta l’immediata decadenza dalle cariche”). Qualcuno della F.I.Bi.S. intende rimuovere IMMEDIATAMENTE il Signor Calzi dalla Presidenza del Comitato Provinciale di Milano? O manca la volontà politica?
Lo sanno i Dirigenti federali che il Signor Calzi non potrà di certo pensare di candidarsi ancora a qualche altra carica federale e, qualora ciò accadesse, dovebbero stopparlo subito?
Ultima cosa.
Il Signor Calzi, INDEBITAMENTE, ha ottenuto una tessera F.I.Bi.S. come “Nazionale Straniero” mentre non poteva perchè, come dice la sentenza, può avere questo tipo di tessera solo il cittadino straniero RESIDENTE IN ITALIA. Immagino che il Signor Calzi abbia utilizzato questa tessera PARTECIPANDO A VARIE GARE SU SUOLO ITALIANO.
Lo sa il Consiglio Federale che dovrebbe notiziare di ciò il Procuratore federale perchè il Signor Calzi dovrebbe essere perseguito per FRODE SPORTIVA? L’art. 13 del Regolamento di Giustizia dice infatti che “commette frode sportiva chi elude la normativa in matria di affiliazione, riaffiliazione e TESSERAMENTO ovvero quella relativa alla partecipazione alle assemblee federali overo quella relativa all’assunzione di cariche federali”.
Il Signor Calzi, senza alcun titolo, senza averne i requisiti, ha ottenuto una tessera a giocatore, ha partecipato INDEBITAMENTE a DIVERSE gare FALSANDO I RISULTATI SPORTIVI delle stesse. E’ come se il Chelsea partecipasse al campionato italiano facendosi passare per il Chievo!!
La frode sportiva “è punita con la sanzione inibitoria per il tesserato da sei mesi fino alla RADIAZIONE” .
Io credo che non convenga più alla F.I.Bi.S. far finta di niente, cercar di nascondere la polvere sotto il tappeto, aspettare che la tempesta passi e che la gente dimentichi. Penso che ci sarà sempre qualche Garavaglia di turno pronto a ricordargli che è ora di smetterla di calpestare le regole, che ci vuole trasparenza, che ci vuole onestà e competenza, che siamo stufi di gente improvvisata che pensa solo ai propri affari.
Cari Dirigenti F.I.Bi.S., per favore, BASTA!!! Fate quello che dovete fare, almeno per una volta, senza cercare escamotage o vie di fuga. Quando il pesce puzza non lo si porta a tavola, ma lo si butta…
SIAMO TUTTI GARAVAGLIA!!